26
gennaio

MAX E HELENE: UN GRANDE AMORE E LA FOLLIA DEL NAZISMO NEL FILM TV DI RAI1 CON CAROLINA CRESCENTINI

Max e Hélène

Questa sera, in occasione del Giorno della Memoria, in prima serata su Rai1 andrà in onda Max e Hélène, un film per la tv, liberamente ispirato al romanzo omonimo di Simon Wiesenthal, che racconta la storia realmente accaduta di un grande amore: quello tra Max, un promettente studente ebreo, ed Hélène, la giovane figlia di un convinto antisemita. Ma il film tv, prodotto per RaiFiction dalla 11 Marzo Film di Matteo Levi, è anche la storia di una caccia serrata ad un sadico criminale nazista. Protagonisti principali Alessandro Averone nei panni di Max Sereni e Carolina Crescentini in quelli di Hélène Blondel. Nel cast figurano inoltre Ennio Fantastichini nel ruolo di Simon Wiesenthal e Luigi Diberti nella parte di Padre Anatol. Dietro la macchina da presa Giacomo Battiato, che ha presentato il tv movie come una grande metafora.

“La vicenda è una potente metafora morale in cui si confrontano e si scontrano il desiderio della vendetta e la ricerca della giustizia. Lo spirito con cui ho affrontato questo progetto non è stato quello di realizzare un nuovo film storico sul nazismo e i suoi crimini ma quello di proporre un racconto sconvolgente su una scelta etica che tutti i protagonisti sono costretti a fare. Sono i protagonisti, i loro volti, i momenti “estremi” della loro vita estrema a incarnare il senso del film, a farci vivere l’incubo doloroso delle loro vite fino alla scelta finale.”

Il film tv, girato in lingua inglese e con un cast internazionale – che vede tra gli altri i tedeschi Ken Duken e Hanno Koffler, e la polacca Magda Cielecka – è per Battiato un documento, che si augura possa servire ai giovani per non dimenticare e allo stesso tempo riflettere sul male che, anche se sotto forme e ideologie diverse, continua a rappresentare ancora oggi una minaccia.

“Ho cercato di realizzare questo film con la secchezza e la severità aspra di un documento, rivivendo e cercando di comunicare il dolore e la verità dell’amore e del bene così come l’orrore del male. Perché le giovani generazioni non dimentichino e possano riflettere su come riconoscere e rifiutare quel male che seguita a riproporsi, sotto cieli diversi e diverse ideologie, e a minacciare il diritto degli uomini alla vita e alla felicità.”

Max e Hélène – Foto

Max e Hélène – Trama

Venezia 1944. Max Sereni è uno studente di medicina ebreo, la sua famiglia è stata deportata, lui vive nascosto in una soffitta. Non vuole scappare perché a Venezia vive Hélène, la ragazza che lui ama, figlia del console onorario francese, un fascista antisemita. Max viene però catturato. Hélène fa allora un gesto d’amore estremo: decide di seguire Max. Facendosi passare per ebrea, si fa deportare con lui. Si sposano sul treno dei deportati e mentre il convoglio attraversa la Polonia, riescono a fuggire. Li intercetta un’unità nazista e Max viene gettato tra le persone da fucilare. Hélène non è ebrea e viene risparmiata. L’ufficiale dell’unità, Thomas Köller, la costringe ad assistere al massacro. Max, nel mucchio dei cadaveri nella fossa, è ferito ma sopravvive. Hélène diventa invece l’oggetto di torture e abusi da parte di Köller che si lega a lei in maniera ossessiva.

Sono passati quindici anni. Max, che si era unito alla resistenza polacca e che alla fine della guerra era finito in un gulag sovietico, ricompare in Polonia alla ricerca di Hélène. È l’amore per la sua donna che l’ha tenuto in vita. Viene però a sapere che lei è morta, uccisa da Köller. Lo scopo della vita di Max diventa quello di trovare Köller e vendicarla. Lui però sembra essere sparito nel nulla. Max assume una falsa identità, si finge ex ufficiale delle SS e s’infiltra nei circoli neonazisti austriaci. Sa che c’è una persona che può condurlo alla meta: si chiama Hans Berk ed era un sottufficiale molto vicino a Köller. Max lo trova a Vienna e conquista la sua fiducia. Durante questa caccia, s’incrociano i destini di Max e di Simon Wiesenthal, anche lui alla ricerca dello stesso criminale. Ma è subito scontro tra i due: cercano la medesima persona, ma non per le stesse ragioni. Wiesenthal vuole giustizia, Max vendetta. Max riesce infine a scovare Köller, che nel frattempo ha cambiato nome e identità e si è rifatto una vita. Mentre Max si prepara a ucciderlo, Wiesenthal fa una scoperta sconvolgente.



Articoli che potrebbero interessarti


Iva Zanicchi - Terza puntata Selfie 2
Selfie 2: lite tra Iva Zanicchi e Tina Cipollari, che abbandona lo studio. Anticipazioni e foto della terza puntata


Prima puntata Selfie 2
Selfie 2: anticipazioni prima puntata. I mentori sempre più in sfida, per Belen c’è il laboratorio. Tina e Platinette tastano il sedere di De Martino – Foto


Maria De Filippi e Loredana Bertè - Amici 2017
Amici 2017: anticipazioni sesta puntata Serale. Gli ospiti e l’eliminato di sabato 29 aprile (Foto)


The Kolors - Amici 2017
Amici 2017: anticipazioni quinta puntata Serale. Gli ospiti e l’eliminato di sabato 22 aprile (Foto)

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.