30
novembre

TU SI QUE VALES: CLAIRE FRANCISCI E ALESSIO BUCCI VINCITORI

Tu si que Vales - vincitori

Tu si que Vales - vincitori

Claire Francisci e Alessio Bucci sono i vincitori della prima edizione di Tu sì que vales. La coppia franco-italiana è nata, in realtà, proprio in occasione della finalissima del talent show di Canale5, che li ha “uniti” nella stessa passione: la pole dance. Nonostante i dubbi iniziali dei quattro giudici, il passo a due proposto in questa particolare disciplina ha convinto tutti, ma soprattutto Maria, certa che sia nato qualcosa di spettacolare da una semplice incertezza. E non solo lei, a quanto pare, perché i due sono riusciti nell’impresa di strappare la vittoria al favoritissimo giovane oboista Gabriele Palmeri, arrivato invece secondo.

Tu si que vales 2014 – Chi sono i vincitori Alessio e Claire

Alessio, 24 anni, ha iniziato i primi passi con la danza ma grazie ad un’intuizione di un dirigente di una compagnia circense, ha deciso di provare la pole dance, innamorandosi di questa disciplina poco praticata tra i ragazzi. Ammirato per la sua bravura e il suo fisico scultoreo, il ragazzo ha sorpreso tutti con una scritta in arabo tatuata sul corpo di cui, solo dopo le insistenze dei giudici e dopo essere passato alla fase successiva, ha rivelato il significato: “Tra di noi non c’è nulla di male”.

Claire, invece, si è presentata ai casting con una coreografia particolarmente lenta, con l’intento di mostrare ai giudici la forza nel tenersi in equilibrio sul palo. Un’impresa che le è valsa la promozione, fino alla finalissima che l’ha vista trionfare con Alessio. Madre di tre gemelli, e non si direbbe visto il fisico pressoché perfetto, è ballerina di danza classica: la pole dance rappresenta per lei una simpatica sintesi tra due diversi mondi.

Tu si que vales 2014 – Un altro successo del sabato sera di Canale5

Il talent nato in Spagna da una costola di Italia’s Got Talent giunge al termine tra l’euforia dei suoi giudici – Maria De Filippi, Rudy Zerbi e Gerry Scotti – e quella del giudice popolare, ormai presenza fissa, Mara Venier, rinata – stando a quel che dice – dopo l’esperienza non proprio felice con Domenica In. Il programma ha registrato ascolti piuttosto interessanti (a differenza del formato in sè): partito in sordina e schiacciato dalla concorrenza di Ballando con le stelle, il talent condotto da Belen Rodriguez con la partecipazione della webstar Francesco Sole ha recuperato spettatori puntata dopo puntata, arrivando a toccare anche il 24% di share (qui gli ascolti della finale). Merito della revisione del montaggio rispetto alla première (inguardabile!), ma anche i piccoli cambiamenti apportati alla formula – all’inizio un po’ troppo farraginosa – che hanno contribuito allo show di acquistare una sua dignità.

Sul fatto poi che un aiuto sia arrivato anche da Milly Carlucci non ci sono particolari dubbi: Ballando con le stelle 10 aveva dalla sua un cast piuttosto interessante, che però non è stato affatto sfruttato a dovere, tant’è che le anime più calde – come Marisa Laurito e Katherine Kelly Lang – che potevano portare un po’ di brio all’interno di un meccanismo un po’ troppo stantio, sono state fatte fuori sin da subito.



Articoli che potrebbero interessarti


edson d'alessandro
TU SI QUE VALES 2016: IL VINCITORE E’ EDSON D’ALESSANDRO (VIDEO)


Angelica Bongiovanni - vincitore Tu si que Vales
TU SI QUE VALES 2015: IL VINCITORE E’ ANGELICA BONGIOVONNI


Salvatore Lampitelli - The Winner Is 2017
The Winner Is 2017: il vincitore è Salvatore Lampitelli


Tu si que vales Castrogiovanni-Sakara
Belen Rodriguez, Alessio Sakara e Martin Castrogiovanni conduttori di Tú sí que vales 2017

6 Commenti dei lettori »

1. Max ha scritto:

30 novembre 2014 alle 03:32

Dire che Ballando ha aiutato TSQV ora è semplicemente assurdo! Forse è meglio avere il coraggio e dire che Ballando dopo 10 anni sempre con la stessa formula ha stufato punto.



2. Nithos ha scritto:

30 novembre 2014 alle 10:26

Non direi che il format di milly ha stufato. Milly va difesa come i panda. Fa parte di una serie di professionalità che vanno salvaguardate. Un artigiano che cerca in diretta di far funzinare un programma complesso.
Brava lei. Bravi i cantanti e i musicisti. Bella ( anche se agée) la scenografia. Bello il cast. Sulla giuria a volte ho l’orticaria ma non vedrei altri al loro posto.
Cosa c’è che non va? Il pubblico tende a guardare piu volentieri programmi che sono snelli, clippabili e che catturano l’attenzione per i piú svariati motivi ( dal petomane in giu). Uso il termine “clippabile” per indicare qualcosa che ha una durata di circa 3 minuti. Specie dalla digitalizzazione in poi, la clippabilitá e l’attrattivitá a tutti i costi sono fondamentali per il successo. E questo Lady Maria e il suo staff fascinoso lo sanno molto bene.
Per cui il 20% di milly va considerato come un ottimo risultato.



3. Rezon ha scritto:

30 novembre 2014 alle 12:51

si potrebbe avere la classifica finale con gli altri 14 concorrenti e relative percentuali al televoto? l’ho vista passare di sfuggita ieri sera.



4. Giovanni ha scritto:

30 novembre 2014 alle 13:35

Rezon, per fortuna che l’ho registrato perché volevo rivedermele anch’io. Te le scrivo qua:

Claire Francisci e Alessio Bucci: 23,95%
Gabriele Palmeri: 16,04%
Ruggero de i Timidi: 11,41%
Davide e Andrea Caveagna: 7,16%
Valentina Tesio: 6,42%
Magus Utopia: 5,89%
Ciciri e Tria: 5,44%
Children Tappers: 4,31%
Companya Jordie Bertra: 4,29%
La Santa Rodilla: 3,65%
Chilly & Fly: 3,12%
Miss Bocconcino: 2,47%
David Merlini: 1,73%
Thomas Blackthorne: 1,68%
Tiwuany e Gabriele: 1,48%
Luzia Bonilla: 0,96%



5. Rezon ha scritto:

30 novembre 2014 alle 18:02

grazie mille Giovanni. anche rivedendo il filmato su Video Mediaset, non si capisce nulla, quando sono scese le stelle filanti alla premiazione ho visto solo quadratoni!



6. annalisa ha scritto:

30 novembre 2014 alle 21:41

meritava di vincere la cantante valentina tesio, non i pole dancer!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.