19
settembre

URBANO CAIRO: DA FLORIS MI ASPETTO COSE BUONISSIME, DIAMOGLI TEMPO. SOGNO UN LETTERMAN SHOW, MENTANA SAREBBE ADATTO

Urbano Cairo, La7

Floris l’ho sempre voluto“. Quella pronunciata da Urbano Cairo sembra una dichiarazione d’amore. In un’intervista a Sette del Corriere della Sera, l’editore di La7 ha così rivendicato la propria scelta di riempire il palinsesto con approfondimenti d’attualità, per i quali – assicura – ha “tenuto e preso il meglio“. L’ultimo arrivato è proprio l’ex conduttore di Ballarò, il quale però non ha fatto faville al debutto dei suoi nuovi programmi.

I dati d’ascolto lasciano poco spazio alle interpretazioni, ma Cairo è fiducioso sui tempi lunghi. Forse fin troppo. In merito allo spazio quotidiano affidato a Giovanni Floris dichiara: “DiciannovEquaranta è in crescita e ha un bel target. Diamogli un paio di mesi per farsi conoscere“.

E’ una fascia difficile (…) Ma ci vuole tempo, appunto: una striscia quotidiana si carica giorno per giorno. E quando va bene aiuta sia il Tg sia le prime serate” ha detto.

Urbano Cairo: da Floris mi aspetto cose buonissime

Cose buonissime” il deus ex machina di La7 se le aspetta anche dall’altro appuntamento targato Floris. “L’impianto di diMartedì è efficace e poi c’è la ciliegina Maurizio Crozza“. All’esordio, però, il programma ha ottenuto il 3,47% di share. Certo, i margini di crescita ci sono anche per l’ex conduttore di Ballarò ma – a giudicare dal format poco innovativo – sembra improbabile che Floris riesca a fare il miracolo.

Urbano Cairo: vorrei che Formigli confermasse il 5%

Intanto, Cairo segue con attenzione il debutto stagionale di tutti i ’suoi’ programmi d’approfondimento e, sulle pagine di Sette, si lascia andare: “da tutti mi aspetto che confermino i risultati già ottenuti“. Vale anche per Santoro (al via settimana prossima), che l’anno scorso si avvicinò al 10% di media, e per Corrado Formigli, il quale “è on the stump, sul pezzo, sul territorio. Vorrei che confermasse il 5%“.

Cairo: penso a un Letterman Show, Mentana sarebbe adatto

Per il futuro, l’editore di La7 sta pensando a “qualcosa come il Letterman Show” e avrebbe già un’idea sul conduttore più adatto a condurlo. Tenetevi forti: “sarebbe Enrico Mentana, che si divertirebbe un mondo. Ha la velocità di pensiero di Letterman. Ma dovrebbe fare gli straordinari e continuare col Tg“.

Idee, tante idee. Ma, in concreto, il pomeriggio di La7 resta ancora sguarnito, senza un progetto. “La nostra è una rete in progress. Ci stiamo pensando. Per gli investitori il pomeriggio non è importante quanto il prime time da cui viene il 60% del fatturato” ha spiegato Cairo, il quale però non smette di cogitare. “Ci sto pensando” è il leit-motiv dell’editore, riferito anche ad un ipotetico format sull’arte. “Vittorio Sgarbi si è proposto per un progetto” svela. Ma, anche in questo caso, è tutto work in progress.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Urbano Cairo
URBANO CAIRO: SU LA7 TROPPI TALK? CANALE5 NON LI FA EPPURE HA PERSO SHARE


Urbano Cairo
PALINSESTI LA7 2014/2015: FLORIS PER CINQUE ANNI, IN ONDA IL MARTEDI’ E TUTTI I GIORNI. ECCO LE NOVITA’


Michele Santoro
SANTORO A LA7? E’ GIA’ L’INCUBO DI BERLUSCONI


Fabio Fazio e Giovanni Floris
GIOVANNI STELLA, AD TI MEDIA: “UNO O DUE TRA FAZIO, SANTORO, FLORIS E GABANELLI VERRANNO A LA 7″.

2 Commenti dei lettori »

1. Raiset 7 ha scritto:

19 settembre 2014 alle 20:58

Sicuramente “DiciannovEquaranta” non mangerà il panettone.



2. aleimpe ha scritto:

20 settembre 2014 alle 11:52

Cairo diventerà cavaliere del lavoro nel 2015 ?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.