9
settembre

LE PAGELLE DELLA SETTIMANA TV (1-7/09/2014). PROMOSSI CAMILLERI E TECHETECHETE’, BOCCIATA GEGIA CON TOYBOY

Gegia e il suo toyboy

Promossi

9 ad Andrea Camilleri. Televisivamente parlando il coraggioso speciale in prime time non è stato impeccabile ma ha avuto il pregio di farci conoscere meglio una delle personalità di spicco della società contemporanea che ha influenzato costume, letteratura e piccolo schermo. Lui si che è stato impeccabile. Apprezzabile la Mannino.

8 a Techetechetè. Anche quest’anno, l’amarcord estivo di Rai1 ha vinto la sfida dell’access prime time riportando, con un sapiente montaggio, gli italiani indietro nel tempo. Fa piacere scoprire altresì che la puntata più vista sia quella in cui a padroneggiare era l’indimenticata Sandra Mondaini.

7 ad Alessio Zucchini e Benedetta Rinaldi. L’edizione estiva di Uno Mattina si archivia positivamente grazie anche all’affiatamento e alla spigliatezza dei due conduttori. Qui una nostra video intervista.

6 allo speciale domenicale sui 30 anni di Forum. Chi si aspettava una celebrazione della storia della trasmissione è rimasto ampiamente deluso (pochi e fatti male gli omaggi); la cavalcata festiva di Barbara Palombelli è sembrata, piuttosto, un tentativo (apprezzabile) di ravvivare la formula del court show (in vista di un eventuale sbarco alla domenica?).

Bocciati

5 all’addio di Luciano Onder alla Rai. Sposiamo in pieno le seguenti parole del Cdr e della redazione del Tg2: ‘Condividiamo la scelta dell’Azienda di non fare contratti ai pensionati, ma riteniamo che Luciano Onder sia un vero e proprio brand Rai da salvaguardare e valorizzare, tanto più in un momento in cui la dirigenza mira a rilanciare il Servizio Pubblico e la sua informazione rendendolo riconoscibile anche attraverso i suoi volti più noti’. Inoltre pare che Onder costi relativamente poco e soprattutto meno rispetto al successore.

4 all’ennesimo caos Rai in seguito alla rimozione di Mauro Mazza da Rai Sport. Il dirigente era arrivato a guidare la divisione sportiva dopo un ricorso in seguito all’allontanamento da Rai1 e ora, dopo poco più di un anno, medita nuovamente di adire le vie legali. Al di là dei suoi meriti e demeriti, perchè i piani alti prima hanno acconsentito alla recente rivoluzione di Rai Sport e poi, senza aspettare che questa dia risultati (negativi o positivi che siano), hanno proceduto alla drastica decisione? Detto questo, di ricorsi e reintegri in Rai non ne possiamo più. Così come non se ne può più dei siluramenti improvvisi. Irrispettosi.

3 a Laura Barriales, “trombata” last minute della stagione 2014/2015. La bella spagnola, dopo aver detto addio a Super Max (proprio quest’anno che è approdato in tv), saluta anche Mezzogiorno in Famiglia. Ce ne faremo una ragione. Anzi, ce la siamo già fatta.

2 a Cuore Ribelle. La telenovela spagnola viene dirottata, quasi sotto silenzio, nel tardo pomeriggio di Rete 4 con inizio ad orario variabile. Il risultato è l’ennesimo flop e lo spostamento alle 8:15 del mattino.

1 alla “rinascita di Gegia“. A Pomeriggio Cinque, l’estrosa comica pugliese racconta la sua love story con un ragazzo di 24 anni (“ma ne dimostra molti di più”) che l’ha fatta capitolare. Ad una meravigliata Barbara D’Urso, però, Gegia spiega “gliela faccio sudare la bottarella“. Odore di bufala.



Articoli che potrebbero interessarti

Non ci sono articoli correlati

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.