Breaking Amish



7
agosto

REAL TIME: METTI UN AMISH A NEW YORK

Breaking Amish

Breaking Amish

Breaking Amish segna l’upgrade culturale per Real Time. Il mercoledi sera, infatti, alle 23:00, il pubblico della rete così tutorial che i suoi fan sono ormai in grado di preparare una torta a forma di televisore al led 49 pollici che manda in onda la versione di Titanic in 3d  e, nello specifico, la scena con Jack e Rose sulla prua della nave. Anche se non sono proprio sicuri sia la prua perchè il programma tutorial su come si costruiscono grandi navi da crociera ancora non lo hanno trasmesso. In compenso però mentre preparano la torta indossano l’outfit perfetto per cucinare perchè hanno guardato Ma come ti vesti, hanno saputo mettere l’eyeliner rispettando la forma dell’occhio, perché Clio è la loro migliore amica e sono consapevoli che quel rossore sulla gamba potrebbe, sì,  essere un pelo incarnito ma anche una “malattia imbarazzante“.

Prima di tutto, tranquilli. Breaking Amish, come d’altronde si deduce dal titolo, non è un tutorial su come si diventa Amish. E’ il docureality che racconta la storia di 4 ragazzi amish, 2 uomini e due donne, e di una ragazza mennonita che decidono di sfidare le convenzioni delle comunità in cui vivono e abbandonarle per scoprire come si vive a New York. Il rischio è di essere bannati dalle loro famiglie ed essere messi in un angolo, senza possibilità di essere salvati.

L’esperimento è molto interessante. La preoccupazione è che si dia una visione troppo romanzata di come i ragazzi affronteranno questa sfida. A livello psicologico è una prova dura. Se gli Amish sono già più o meno noti al grande pubblico, grazie a Real Time adesso ci avviciniamo anche ai Mennoniti. A differenza degli Amish possono usare la corrente elettrica, ma rispetto a loro i Mennoniti sono molto più convinti che la loro vera casa sia il Paradiso, idea che li rende un tantino “bacchettoni” su come debba essere affrontata la vita sulla terra.




31
luglio

BREAKING AMISH: REAL TIME ALLA SCOPERTA DELLA NOTA COMUNITA’ RELIGIOSA

Breaking Amish

Sono ben pochi i confini che la tv non è riuscita a superare, soprattutto da quando esistono canali tematici come lo statunitense TLC (di proprietà di Discovery) che sfornano docureality in grado di esplorare qualsiasi realtà, anche le più chiuse. Così, dopo Il mio grosso grasso matrimonio Gispy, che racconta le abitudini di alcune comunità nomadi di solito molto restie a mischiarsi con “gli altri”, arriva adesso Breaking Amish, una nuova serie che indaga proprio la comunità religiosa più “antica” del mondo.

A trasmetterla da questa sera 31 luglio e per i prossimi mercoledì alle ore 23:00 è naturalmente Real Time, che con TLC è notoriamente gemellata. Vedremo dunque sul canale 31 del digitale terrestre le avventure di Abe, Rebecca, Sabrina, Jeremiah e Kate, cinque ragazzi cresciuti nella comunità Amish e giunti al Rumspringa, ovvero il periodo nel quale viene concesso loro di uscire dalla comunità per conoscere il mondo che c’è fuori e decidere così in piena autonomia se tornarci oppure no.

Perché la vita, per un Amish, è tutt’altro rispetto a quella che conosciamo noi. La comunità, nata in Svizzera nel cinquecento e stabilitasi negli Stati Uniti d’America dal settecento, segue l’Ordnung, una serie di regole consolidate nel tempo che devono essere rispettate alla lettera dai membri. Di fondo, la vita di queste persone è come ferma al diciannovesimo secolo partendo dagli abiti, dalle abitudini quotidiane e al rapporto con la modernità, di cui rigettano ogni forma che produca qualcosa di non necessario. Figurarsi che tipo di reazione potranno avere i cinque protagonisti dello show ad essere catapultati nella vivace e spregiudicata New York.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,