3
aprile

RAGAZZE IN WEB: CAROLINA CRESCENTINI E FRANCESCA INAUDI VITTIME DELLA RETE PER FICTION

Ragazze in web

Secondo appuntamento questa sera alle 21,10 su Rai1 con Mai per amore, il ciclo di pellicole incentrato sul tema della violenza sulle donne. Dopo il debutto della scorsa settimana con Troppo amore, tv movie dedicato al problema dello stalking, con protagonisti Antonia Liskova e Massimo Poggio, è la volta di Ragazze in web, con Carolina Crescentini e Francesca Inaudi. La loro storia è quella di tante studentesse che, spogliandosi via internet, vendono il loro corpo in cambio di soldi per raggiungere l’agognata indipendenza economica.

La pellicola, diretta da Marco Pontecorvo e sceneggiata da Andrea Purgatori, pone dunque sotto i riflettori il problema della violenza e la pericolosità della rete. Una realtà poco conosciuta, spesso sottovalutata dai più giovani, che in Italia come all’estero investe una grandissima fascia di ragazze tra i quattordici e i trent’anni. Un vero problema sul quale chi si occupa d’educazione e formazione nel nostro Paese dovrebbe iniziare a riflettere seriamente.

La storia parte narrando la convivenza tra Claudia Silvia, due studentesse ventenni che dividono un appartamento. Claudia (Carolina Crescentini) ha però nascosto un segreto all’amica: avendo alle spalle una famiglia modesta, ha trovato un sistema rapido e trasgressivo per rendersi autonoma economicamente, vendendo la sua immagine senza veli sul web.

Quando Silvia (Francesca Inaudi), che invece ha alle spalle una famiglia benestante, scopre la verità, dapprima ne rimane scandalizzata, ma poi, a poco a poco, sceglie la stessa strada della coinquilina, illudendosi che quello possa essere il modo più semplice per rendersi indipendente.

Le due ragazze diventano complici. Claudia stabilisce una sua regola personale, una soglia da non oltrepassare, che impone anche a Silvia: mai confondere la vita virtuale con quella reale. Presto, però, Silvia si pente della sua scelta e rompe l’amicizia con Claudia, che nel frattempo si rivela sensibile alla corte di un suo ardente ammiratore. Le lunghe chiacchierate notturne via web, con le telecamere accese che mostrano all’uno il volto dell’altra, rinforzano una confidenza e un’attrazione sempre più intense.

Claudia commette l’errore di incontrare il suo ammiratore. Il gioco ormai non è più tale, e ben presto cambierà inevitabilmente le esistenze delle due ragazze. Un’escalation negativa, porterà, infatti, ad un epilogo a sorpresa per entrambe.

Il ciclo Mai per Amore, prodotto dalla Ciao Ragazzi di Claudia Mori, proseguirà con La fuga di Teresa, tv movie diretto da Margarethe Von Trotta, in onda su Rai1 l’11 aprile. La pellicola con protagonista Stefania Rocca, cercherà di risalire, attraverso una fuga, ai motivi che inducono le donne a far sfociare le loro frustrazioni in gesti sconsiderati e disperati. Il 17 aprile sarà invece la volta di Helena & Glory, tv movie diretto da Marco Pontecorvo, con Barbora BobulovaEster Ortega nei panni di due amiche che cercano di fuggire da un presente di sfruttamento e violenza per trovare un futuro in cui possano vivere senza paura, cercando di guadagnarsi onestamente da vivere.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Non avere paura 10
NON AVERE PAURA – UN’AMICIZIA CON PAPA WOJTYLA: QUESTA SERA SU RAI1 IL FILM TV SU SAN GIOVANNI PAOLO II


Il Tredicesimo Apostolo - La Rivelazione 16
IL TREDICESIMO APOSTOLO 2 – LA RIVELAZIONE: NUOVE AVVENTURE TRA FEDE E PARANORMALE PER GIOE’ E PANDOLFI


Hatfields & McCoys 2
HATFIELDS & McCOYS: DA QUESTA SERA SU RETE4 LA MINISERIE WESTERN CON KEVIN COSTNER


monica_spear morta
PASION PROHIBIDA: ASSASSINATA IN VENEZUELA LA PROTAGONISTA MONICA SPEAR

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.